Cucciolo in arrivo (parte seconda)

risPETtiamoli gatti-1 Cucciolo in arrivo (parte seconda) Mondo Cane Mondo Gatto
Cuccioli di gatto: che amori

Continuamo a vedere cosa devi fare quando è in arrivo in cucciolo

2) IL CUCCIOLO STA BENE O NO?

E’ fondamentale avere informazioni sull’ origine e sulla salute del cucciolo che state per portare a casa.

E’ ovvio che, se preso in allevamento, lo stesso allevatore, se professionale e serio come ad esempio Una mamma a modo suo, vi darà tutte le informazioni che cercate: inizierà a parlarvi della salute dei genitori e ve li farà vedere o vi mostrerà delle foto, si preoccuperà di darvi informazioni circa le  eventuali malattie presenti o probabili in futuro, vi dettaglierà su tutte le cure somministrate ai cuccioli e vi indicherà le vaccinazioni fatte e da fare;  vi darà garanzie certe e verificabili con dei documenti a corredo della vendita, vi farà conoscere i genitori riproduttori e vi farà visitare il suo allevamento senza alcuna limitazione. Visitare l’allevamento è una ulteriore misura di sicurezza e vi darà la certezza che state trattando con una persona seria ed affidabile.

risPETtiamoli cucc-1 Cucciolo in arrivo (parte seconda) Mondo Cane Mondo Gatto
Attenzione ai cuccioli troppo piccoli

Come previsto dalla legge è necessario verificare la provenienza dell’animale per evitare di alimentare l’odiosa pratica del traffico illegale di animali e gli allevamenti intensivi dove non sono garantite la sicurezza, l’igiene e le altre condizioni basilari; e mi riferisco a quei delinquenti soprattutto dell’est dell’Europa che per il loro sporco business trasportano in condizioni disumane decine e decine di cuccioli. Una precauzione che potete adottare è quella di diffidare da annunci o avvisi che riguardano foto bellissimi cuccioli, che non vi spiegano da dove sono nati o da dove provengono e soprattutto diffidate da quegli annunci che  offrono un prezzo troppo basso per la razza che state cercando. Non voglio dire che il prezzo è l’unica discriminante, ma poiché nessuno regala niente, cercate di farvi furbi; rischiate di prendere cuccioli già malati sin dalla nascita,  o cuccioli che per il trauma subito potrebbero sviluppare in seguito disturbi di comportamento difficili da gestire ma soprattutto eviterete di alimentare i traffici di gente poco sensibile alla vita stessa del cucciolo e molto più attenta al proprio portafoglio.

risPETtiamoli traffico Cucciolo in arrivo (parte seconda) Mondo Cane Mondo Gatto
Il fenomeno da combattere: il traffico illecito

Il cucciolo deve avere almeno 60 giorni di vita, cioè quel minimo indispensabile di vita con la mamma che il cucciolo deve avere per poter crescere serenamente senza il pericolo di sviluppare problematiche comportamentali in seguito.

Se invece vi rivolgete ad un canile cercate di verificare la preparazione dell’organizzazione che gestisce il canile stesso: parlare con gli operatori vi farà conoscere tante situazioni e tante storie di cuccioli, vi farà capire come e quando intervengono, che misure prendono immediatamente dopo che hanno preso o trovato un cucciolo, ma soprattutto vi aiuterà a capire se siete di fronte a persone corrette e serie. Pertanto cercate di sapere di più sulla storia del cane o del gatto che avete scelto, dove è stato ritrovato, in quali condizioni, se lo hanno portato dal veterinario, se ha qualche malattia, se è stato vaccinato o quali trattamenti ha dovuto subire, che atteggiamenti e comportamenti ha già sviluppato, come lo hanno gestito: sono tutte informazioni basilari che vi aiuteranno a capire chi è e chi sarà il vostro animale.

risPETtiamoli cucciolo_labrador Cucciolo in arrivo (parte seconda) Mondo Cane Mondo Gatto
Cucciolo……

Se invece lo trovate abbandonato per strada  il mio consiglio è di portarlo immediatamente dal veterinario, l’unico in grado di capire se è in salute o no, se ha qualche problema non immediatamente visibile (mi vengono in mente i cosiddetti vermi), lui vi dirà la sua età presunta, lui vi aiuterà a fare le vaccinazioni obbligatorie affinchè l’ingresso in casa sia igienico, sicuro e sereno per tutti, compreso l’animale. Capisco, ed io stessa mi sono trovata in queste condizioni, che la voglia e il desiderio di portarlo immediatamente a casa propria al caldo sia irresistibile,  capisco che l’istinto di nutrirlo e rinfocillarlo, e magari di coccolarlo sia  fortissimo ed irrefrenabile, ma prima di commettere qualche errore di valutazione, o peggio di fare una cosa che possa compromettere la salute del cucciolo stesso e magari anche vostra e della vostra famiglia, ribadisco che è sempre opportuno e consigliabile recarsi dal veterinario il più presto possibile. Per gli approfondimenti leggi Cucciolo-orfano

Vorrei ricordare che l’inserimento del microchip (pratica assolutamente indolore…si tratta solo di una punturina!!) è obbligatorio nel cane, mentre nel gatto è facoltativa, forse ancora per poco.

Scegliete il veterinario sin da subito, magari ancor prima che il cucciolo arrivi a casa. Io personalmente ho scelto un veterinario il cui studio è abbastanza vicino a casa mia e che ha anche un servizio di emergenza in caso di bisogno al di fuori degli orari canonici di studio; ho il numero di telefono sempre a portata di mano e non solo registrato sul mio cellulare, perché purtroppo mi è capitato di aver bisogno e di non riuscire a trovare il numero velocemente.

Continua a leggere Cucciolo in arrivo (parte terza)