Coronavirus

risPETtiamoli UNC_cane_malato Coronavirus In evidenza Le malattie dei cani Le malattie feline
animali e coronavirus

Gli animali ai tempi del coronavirus

Senza voler fare dell’inutile allarmismo e soprattutto senza lasciarsi influenzare falla psicosi di massa, mi sono chiesta se anche i nostri amici animali possano prendere il terribile virus di cui si parla abbondantemente in questi giorni: il coronavirus.

Purtroppo anche i nostri cani e gatti non sono assolutamente immuni dai coronavirus, ossia di virus che sono ASSOLUTAMENTE INTRASPECIE e che NON HANNO NULLA A CHE VEDERE con questo coronavirus; pertanto è altamente improbabile se non addirittura impossibile che possano essere contagiati da questo coronavirus che si è sviluppato e trasmesso così rapidamente dalla Cina a noi.

Tuttavia nel caso che un cane abbia contratto il virus, dobbiamo sapere che esso agisce come una normale malattia gastrointestinale con sintomi quali la perdita di peso, la febbre, il vomito, la diarrea e la spossatezza (esattamente come per gli uomini): sintomi questi, però, che sono altamente generici e che rendono difficile la diagnosi esatta.

Il coronavirus nel cane può essere una malattia altamente preoccupante e può causare gravissime complicazioni oltre che diventare molto infettiva in quanto può trasmettersi anche a tutti gli altri animali domestici come i gatti, i criceti ecc. Il coronavirus potrebbe diventare addirittura letale nel nostro cane, se il nostro amico a quattro zampe contrae anche il “parvovirus” canino. Questa malattia è decisamente la più pericolosa, ha un periodo cosiddetto di incubazione che varia da uno a tre giorni ed è altamente contagiosa. La trasmissione di contagio avviene attraverso le feci per cui bisogna fare davvero molta attenzione quando si fanno le passeggiate con il cane che, normalmente, leccano o annusano le feci degli altri cani.

Nel gatto invece si riscontrano due forme di coronavirus, una endemica e l’altra enterica.; abbiamo così la FECV, la forma endemica non virulenta e non pericolosa che si manifesta con una gastroenterite lieve e cronica, dove il contagio è intraspecie, ossia da gatto a gatto, sempre per via fecale e la FIP, peritonite infettiva felina, che è purtroppo incurabile, che può colpire gli organi interni del gatto e risultare anche fatale per i nostri mici.

Poichè la via di trasmissione è sempre per via fecale, consiglio di fare veramente molta attenzione alla lettiera: occorre tenerla sempre pulita e se si ha più di un gatto provvedere a più lettiere, ognuna per ciascun gatto.

Il coranavirus canino o felino sono pericolosi per l’uomo? Assolutamente NO. In ogni caso, ad oggi, non sono stati segnalati casi di animali domestici che abbiano contratto il virus umano e non sembrano esserci casi di persone che hanno trasmesso il virus ai loro animali domestici, nè viceversa ossia nessun animale domestico ha trasmesso questi virus agli esseri umani.

Il consiglio che mi sento di darvi è quello di parlare immediatamente con il vostro veterinario e di rispettare il calendario delle vaccinazioni, in quanto, soprattutto nei cani è molto facile proteggersi da queste malattie semplicemente con il vaccino. Ogni volta che avete un sospetto, o un dubbio, o vedete che il vostro animale non è nelle condizioni di salute solite e normali di tutti i giorni, chiamate e consultatevi con il vostro veterinario di fiducia, che sicuramente saprà consigliarvi al meglio, per mantenere in salute i vostri animali domestici.